25 Novembre, Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

Notizie Dall'Italia

Giornata mondiale contro la violenza sulle donneIl 25 novembre di ogni anno si celebra la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, istituita dall’Assemblea Generale dell’ONU nel 1999 per far riflettere le persone sulla gravità di un fenomeno che non accenna ad arrestarsi e sensibilizzare le autorità ad intervenire con maggiore tutela nei confronti di chi è vittima di maltrattamenti.

Purtroppo ancora oggi sono tantissime le donne vittima di violenze fisiche, sessuali e psicologiche e, al contrario di quanto si potrebbe credere, nella maggior parte dei casi gli abusi vengono vissuti all’interno delle mura di casa e i carnefici sono fidanzati, mariti, ex partner, parenti o conoscenti.

Per combattere questo fenomeno scendono in campo i Centri Antiviolenza, ma manca spesso una corretta informazione preventiva. Molte donne, ad esempio, compiono l’errore di credere che una violenza domestica non possa essere denunciata. Al contrario: la polizia può chiedere in via d’urgenza una misura cautelare di allontanamento del coniuge dalla casa familiare con un divieto di avvicinamento e anche di comunicazione.

I dati dell’Onu rivelano che il 35% delle donne nel mondo ha subito una violenza fisica o sessuale, dal proprio partner o da un’altra persona. Il rapporto sottolinea anche che due terzi delle vittime degli omicidi in ambito familiare sono donne. In Italia, secondo i dati Istat di giugno 2015, 6 milioni 788 mila donne hanno subito nel corso della propria vita una violenza fisica o sessuale. Si tratta del 31,5% delle donne tra i 16 e i 70 anni, quasi una su tre.

Migliaia sono le città ed i paesi che organizzano eventi in collaborazione con i centri Anti-violenza, tante le iniziative che utilizzeranno le scarpe rosse diventate simbolo della lotta alla violenza contro le donne: il rosso rappresenta la violenza, il sangue, ma anche l’amore; le scarpe sono il percorso di ogni singola donna verso la libertà dalla violenza.

Scarpe rosse contro il femminicidio

Officina LCP Erba
Enrica Mariuzzo
Written by Enrica Mariuzzo

Ciao a tutti/e sono Enrica Mariuzzo e vivo ad Asso quindi Vallassinese doc. Classe 1975 sono ragioniera e lavoro in uno Studio di un commercialista del mio paese. Visto che tutti i giorni sono alle prese con tasse (sempre di più e sempre di nuove), tributi e conti…nel tempo libero mi sfogo in altri hobby che mi portano ad interessi ben diversi dal mio lavoro. Uno su tutti…la pallavolo, uno sport che ho scoperto grazie ai cartoni animati di una volta e che negli anni ho imparato a conoscere, praticare e che mi ha appassionato ed insegnato tanto. Nonostante la mia età non più giovanissima lo pratico tutt’ora ma mi piace molto anche seguirlo in tv e nei palazzetti della zona e fuori zona. Oltre la pallavolo sono molto attratta da tutto quello che è creatività. Fin da piccola organizzavo insieme alle mie amichette e alle mie sorelle spettacolini, con canti balli e recite…che poi mettevamo in scena davanti ad un ristretto pubblico di parenti e vicini. La voglia di creare ed inventare credo non mi abbia mai abbandonata tant’è che quando posso cerco di dare libero sfogo alla fantasia e realizzare le tante idee che mi passano per la testa: poesie in rima (rigorosamente spiritose), balletti, recite per celebrare in modo ironico e divertente un’occasione particolare di un amico e/o parente o per partecipare ad iniziative del mio paese. Sono amante degli animali tant’è che a Maggio del 2014 ho realizzato e seguito un contest fotografico all’interno del Gruppo Facebook “Se 6 di Asso” dedicato ai nostri amici a quattro zampe che ha riscosso una grande partecipazione e successo.

Archivio
Meta
Archivio