Intervista a Laura Spreafico, cestita di Asso fresca campionessa d’Italia con Schio

Asso, Sport

Laura Spreafico con la maglia della NazionaleLaura Spreafico classe 1991, nata ad Erba e cresciuta ad Asso ha conquistato lunedì 4 Maggio con la sua squadra di basket femminile Famila Schio il titolo di campione d’Italia. E’ stato per me un onore, in quanto Assese, intervistare questa campionessa che ha raggiunto col tempo traguardi sempre più importanti, portando un pezzettino del nostro piccolo paese della Vallassina in giro per l’Italia e per il mondo, visto che ha indossato e speriamo continui a farlo, la maglia della Nazionale Femminile di basket.

Ringrazio ancora Laura per la sua disponibilità e per avermi concesso un’ora del suo prezioso tempo.

Ecco a voi l’ intervista  Buona lettura.

 

Soprannome e numero di maglia

Da sempre nel mondo cestistico Sprea e da quando ho iniziato e in molte occasioni ho avuto quasi sempre il n 8

 

A che età hai iniziato a giocare a basket e a quanti anni l’esordio in Nazionale?

All’età di 6 anni, precisamente il 10 gennaio 1998, ho iniziato a giocare alla Casa Della Gioventù Erba dopo aver visto la festa di Natale del minibasket dove già giocava un amico di mio fratello. Per la nazionale ho fatto più volte parte delle varie squadre giovanili, l’esordio in nazionale maggiore invece è stato il 26 maggio 2012

 

In che ruolo giochi??

Guardia/ala

 

Hai dei riti/gesti scaramantici prima di qualche partita importante?

Mmm niente di particolare, diciamo che soprattutto quest’anno mi sono adattata alla scaramanzia della mia squadra

…e qual’era???

Piccoli gesti che abbiamo cercato di ripetere soprattutto nella serie finale!

 

Hai vestito per 10 anni la maglia Nerostellata della Comense (la tua grande famiglia) che ahnoi non c’è più! Com’è stato il “distacco”?

Prima di tutto penso che la scomparsa di una società come la Comense abbia lasciato un vuoto incolmabile a Como,alla sua gente e all’intero movimento cestistico italiano. Per quanto mi riguarda il distacco è stato abbastanza sofferto,era la mia seconda famiglia..ho vissuto 10 anni di crescita prima personale e poi come giocatrice, è stata una scuola di vita.

 

Adesso giochi nella Famila Schio quindi lontano da casa! È dura per te vivere lontano dalla propria famiglia e cosa provi quando torni ad Asso???

Sicuramente è difficile stare lontano da casa e dalle persone che ti vogliono bene, ma in un modo o nell’altro non mi fanno sentire la loro mancanza. Quando torno ad Asso è sempre una bella emozione, è il mio paese e ho bei ricordi di quando ero piccola..

 

Che soddisfazione si prova a vincere Coppa Italia e scudetto sempre battendo la stessa squadra ovvero Ragusa?

Si vive per queste emozioni! Sapevamo fin dall’inizio della stagione che la nostra principale avversaria per la corsa allo scudetto e Coppa Italia era Ragusa, e così è stato. Soprattutto nelle serie finale ci ha dato filo da torcere, siamo andate a vincere a Ragusa gara 4, partita da dentro o fuori, davanti a 4000 persone..è stato qualcosa di unico. E poi vincere lo scudetto in casa nostra, davanti ai nostri tifosi è stato il giusto riconoscimento per tutto il lavoro svolto in questa stagione.

 

La vittoria in Coppa Italia l’hai dedicata ai tuoi genitori tuoi fedelissimi sostenitori e primi tifosi. A chi dedichi la fresca vittoria scudetto?

Sempre alla mia famiglia e alle mie compagne con le quali fino all’ultimo minuto abbiamo creduto in questa vittoria!

 

Prossimi impegni?

Da stasera (ndr 10 maggio) sarò a Roma al raduno della nazionale, abbiamo un mese di preparazione all’europeo che si svolgerà in Romania/Ungheria dall’11 giugno. Per adesso siamo un gruppo di 19 giocatrici, ne andranno solo 12

(IO: Ovvio che noi tiferemo affinchè tu faccia parte delle 12

LAURA: Lo spero tanto anch’io!)

 

Hobby al di fuori del basket?

Mi piace leggere,soprattutto in trasferta..se no appena posso mi vedo con i miei amici!

 

Sai già quando andrai in vacanza??

Se tutto va bene appena torno dalla nazionale, ma non so ancora quando e dove andrò..

 

Idolo sportivo???

Mi è sempre piaciuto Alessandro Del Piero. Nel mondo cestistico invece Michael Jordan, il giocatore più forte di sempre. E nel basket femminile Chicca Macchi che continua a spiegare basket di alto livello a tutti.

 

Infine…il tuo motto è…???

La gente come noi non molla mai

 

Grande “Sprea”…in bocca al lupo per tutto.

 

Enrica Mariuzzo
Written by Enrica Mariuzzo

Ciao a tutti/e sono Enrica Mariuzzo e vivo ad Asso quindi Vallassinese doc. Classe 1975 sono ragioniera e lavoro in uno Studio di un commercialista del mio paese. Visto che tutti i giorni sono alle prese con tasse (sempre di più e sempre di nuove), tributi e conti…nel tempo libero mi sfogo in altri hobby che mi portano ad interessi ben diversi dal mio lavoro. Uno su tutti…la pallavolo, uno sport che ho scoperto grazie ai cartoni animati di una volta e che negli anni ho imparato a conoscere, praticare e che mi ha appassionato ed insegnato tanto. Nonostante la mia età non più giovanissima lo pratico tutt’ora ma mi piace molto anche seguirlo in tv e nei palazzetti della zona e fuori zona. Oltre la pallavolo sono molto attratta da tutto quello che è creatività. Fin da piccola organizzavo insieme alle mie amichette e alle mie sorelle spettacolini, con canti balli e recite…che poi mettevamo in scena davanti ad un ristretto pubblico di parenti e vicini. La voglia di creare ed inventare credo non mi abbia mai abbandonata tant’è che quando posso cerco di dare libero sfogo alla fantasia e realizzare le tante idee che mi passano per la testa: poesie in rima (rigorosamente spiritose), balletti, recite per celebrare in modo ironico e divertente un’occasione particolare di un amico e/o parente o per partecipare ad iniziative del mio paese. Sono amante degli animali tant’è che a Maggio del 2014 ho realizzato e seguito un contest fotografico all’interno del Gruppo Facebook “Se 6 di Asso” dedicato ai nostri amici a quattro zampe che ha riscosso una grande partecipazione e successo.

Archivio
Meta
Archivio